Home / Provincia di Massa Carrara / Lunigiana / Cosa visitare in Lunigiana: le attrazioni turistiche
Bagnone, Lunigiana, Massa-Carrara. Author Davide Papalini. Licensed under the Creative Commons Attribution-Share Alike
Bagnone, Lunigiana, Massa-Carrara. Autore Davide Papalini

Cosa visitare in Lunigiana: le attrazioni turistiche

La Lunigiana è una regione che si trova a cavallo fra tre province: Massa Carrara, La Spezia e Reggio Emilia, ma se parlerete con i loro abitanti vi diranno che non sono né toscani, né liguri, né emiliani. Questa zona della Toscana è infatti, fin dai tempi più remoti, una regione di transito dalla fortissima identità locale i cui abitanti, gli Apuani, vivevano arroccati sugli aspri monti. L’antichità di questa terra traspare ancora oggi in alcune testimonianze artistico/archeologiche peculiari: la più celebre è senz’altro quella delle Statue Stele, risalenti all’età del bronzo. Conservate oggi per la maggioranza in un museo a loro dedicato dentro il Castello del Piagnaro, nella graziosa cittadina di Pontremoli (che ospita inoltre ogni anno il prestigioso premio letterario “Bancarella”), queste statue sono uniche nel loro genere e la loro origine è ancora avvolta da alcuni misteri.

Pontremoli si trova in una valle a ridosso dell’Appennino Tosco-Emiliano, attraversata anticamente dalla via Francigena il percorso religioso e mercantile che dal Nord Europa portava fino a Roma. La Lunigiana è quindi ricca di castelli e pievi medievali. Per esempio scendendo verso Aulla si trovano il castello di Bagnone, quello di Filattiera – che ogni estate ospita nel suo borgo medievale la “Festa della fame e della sete” -, la suggestiva Pieve di Sorano che risale all’anno 1148, o ancora il Castello di Terrarossa, uno dei tanti feudi della famiglia Malaspina.

Lusuolo, Mulazzo, Lunigiana, Massa-Carrara. Author Marrabbio2. Licensed under the Creative Commons Attribution-Share Alike

Lusuolo, Mulazzo, Lunigiana, Massa-Carrara. Author Marrabbio2

Salendo invece da Aulla verso il passo del Cerreto, si entra nel Comune di Fivizzano, il cui ampio territorio si estende fra il Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano e il Parco naturale Regionale delle Alpi Apuane. È questa una zona di altissimo interesse naturalistico, ricca di flora endemica, in cui è possibile godere di meravigliose passeggiate o di vere e proprie escursioni di trekking di uno o più giorni. Le Alpi Apuane sono infatti una piccola chicca per gli amanti dell’escursionismo e dell’alpinismo, con le loro vette affilate a pochi chilometri dal mare della Versilia.

Anche questo versante della Lunigiana è ricco di paesini inerpicati su basse montagne, dove sono ancora vive le tradizioni rurali, di cui si può approfittare nel periodo estivo durante le numerosissime sagre e feste di paese. A Fivizzano del paese antico rimane la rinascimentale Piazza Medicea, interessante il Museo della Stampa intitolato a Jacopo da Fivizzano, uno dei primi tipografi europei. Per gli amanti delle acque sulfuree Equi Terme è una meta da non perdere in estate, periodo in cui è visibile anche il Parco Culturale delle Grotte di Equi, mentre a Natale il piccolo borgo dominato dalle montagne si trasforma in Presepe vivente.

Fortezza della Verrucola, Fivizzano, Lunigiana, Massa-Carrara. Author Davide Papalini. Licensed under the Creative Commons Attribution-Share Alike

Fortezza della Verrucola, Fivizzano, Lunigiana, Massa-Carrara. Author Davide Papalini

Le specialità culinarie sono quelle di una cucina povera, contadina, ma non per questo meno gustosa: troviamo diversi tipi di focacce e focaccette, cotte nei testi, sulle piastre, nei forni, o fritte (panigacci, ciàn, pattone, sgabei…) e fatte di farina di grano, di mais, di castagne, di solito accompagnate da deliziosi formaggi e affettati locali. Ma nelle trattorie in autunno il fungo – di cui sono ricchi i boschi della zona – diventa il protagonista: con la polenta o con le tagliatelle, fritto o sott’olio. Un’altra specialità tipica della Lunigiana è la “torta d’erbi” una torta salata con un ripieno di erbe spontanee, raccolte tradizionalmente dalle donne della zona.

La Lunigiana, per il suo clima non troppo rigido, è godibile e offre un volto interessante in tutte le stagioni dell’anno.

banner
Close
Seguiteci su Facebook
Restate informati su Guida Viaggi
eXTReMe Tracker