Home / Provincia di Firenze / Chianti / 31 luglio 1876, un giorno di festa finito in tragedia: La Mongolfiera in Piazza Vecchia a Tavarnelle
Mongolfiera nel Chianti. Autore e Copyright Marco Ramerini
Mongolfiera nel Chianti. Autore e Copyright Marco Ramerini

31 luglio 1876, un giorno di festa finito in tragedia: La Mongolfiera in Piazza Vecchia a Tavarnelle

Scritto e ricercato da Marco Ramerini

31 luglio 1876, in una splendida giornata d’estate nel piccolo centro di Tavarnelle Val di Pesa, importante stazione di posta lungo la Strada Regia Romana, una grande folla si era radunata per assistere ad un avvenimento quasi unico per l’epoca.

Nella Piazza Vecchia, la più antica piazza del paese, in quel giorno era previsto il volo di un “globo aerostatico” una delle ultime diavolerie inventate dall’ingegno umano. Il primo aerostato che era riuscito a portare un uomo in cielo era decollato poco meno di cento anni prima (21 novembre 1783) in Francia quando i fratelli Joseph-Michel Montgolfier e Jacques-Étienne Montgolfier inventarono la mongolfiera.

A Tavarnelle quel giorno era un lunedì e tra i tanti che erano venuti a vedere questo portento quasi incredibile c’erano anche tantissimi bambini e ragazzi. Tutti i presenti erano molto curiosi di vedere librare in cielo questo grosso pallone, quasi increduli che ciò potesse avvenire veramente. Tra di loro c’era anche una bambina di soli 7 anni, forse accompagnata dalla sua famiglia o forse assieme ad alcuni coetanei. Il suo nome era Anna Salvestrini, Anna era figlia di un camporaiolo. Suo babbo coltivava i campi in affitto o a mezzadria, ma senza casa colonica. Una famiglia povera come la gran parte di quelle che abitavano Tavarnelle a quell’epoca.

La piccola Anna forse era giunta presto e si era messa in una posizione privilegiata per ammirare l’evento. Ma probabilmente la sua posizione fu decisiva per quanto accadde al momento della partenza del pallone aerostatico. Il pallone s’incendiò e le fiamme raggiunsero la piccola Anna. La bambina morì “per ustioni molto estese riportate e prodotte da un globo aerostatico nel mentre trovavasi presente all’innalzamento del medesimo sulla Vecchia piazza di Tavarnelle”. Un giorno di festa si era trasformato in tragedia. L’8 agosto il fatto fu portato alla conoscenza della Prefettura.

Marco Ramerini

Ho fatto ricerche sulla storia delle esplorazioni geografiche e del colonialismo, in particolare sulle isole delle spezie, le Molucche. Ho ideato alcuni siti internet tra cui il sito www.colonialvoyage.com dedicato alla storia dell'esplorazione geografica e al colonialismo. Poi il sito www.borghiditoscana.net dedicato alla mia regione: la Toscana. Oltre che a molti altri siti di viaggi in diverse lingue. Viaggiatore, scrittore di guide turistiche online, ricerco e scrivo di storia. Sono appassionato di astronomia e fotografia.
x

Check Also

Il tratto più bello del selciato della strada tra La Paneretta e Cortine. Foto Marco Ramerini

L’antica strada selciata tra la Paneretta e Cortine

Scritto da Marco Ramerini SENTIERO VERSO “I BONCI” Per questo itinerario partiamo da Olena (nel ...