Home / Abbazie, Basiliche e Chiese / Alla ricerca dei segreti della chiesa di Barberino
Il passaggio che probabilmente passava sotto la piazza del paese. Autore e Copyright Marco Ramerini
Il passaggio che probabilmente passava sotto la piazza del paese. Autore e Copyright Marco Ramerini

Alla ricerca dei segreti della chiesa di Barberino

Scritto da Marco Ramerini. Dopo quanto trovato nelle mie ricerche sulla vecchia chiesa di Barberino, ne parlo in questo articolo, e dopo quanto ha trovato Marco Nannoni che ne parla in quest’altro articolo. Qui l’articolo sui capitelli della vecchie chiese. Ho voluto approfondire alcuni aspetti ancora poco chiari.

Grazie alla gentilezza di Don Soave, parroco di Barberino Val d’Elsa, ho potuto vedere in dettaglio la chiesa e alcune sue parti che non avevo mai visto. Sono entrato dentro al campanile. Ho esplorato le aree interrate dell’edificio. Gran parte della vecchia struttura è stata distrutta nell’opera di rifacimento della chiesa e resta veramente poco del vecchio edificio.

Nel campanile ci sono strutture che sembrano più vecchie. Probabilmente sono ciò che è rimasto dopo il bombardamento subito durante la seconda guerra mondiale. Alcune potrebbero anche essere parte della vecchia chiesa.

Vecchie strutture all'interno del campanile di Barberino. Autore e Copyright Marco Ramerini
Vecchie strutture all’interno del campanile di Barberino. Autore e Copyright Marco Ramerini

IL PASSAGGIO SOTTO LA VECCHIA CHIESA

Secondo quello che ho potuto vedere il passaggio sotto la vecchia chiesa che è indicato nella mappa del 1820 era con tutta probabilità al livello dell’attuale pavimento della chiesa, che è poi anche il livello della pavimentazione delle due parti del vicolo che era collegato dal passaggio. La vecchia chiesa, probabilmente, aveva invece il pavimento all’altezza di quello dell’attuale altare e ciò permetteva l’esistenza, sotto alla chiesa, di un passaggio sotterraneo come indicato nelle mappe.

Dettaglio della Chiesa nel 1820. Progetto C A S T O R E. Regione Toscana e Archivi di Stato toscani
Dettaglio della Chiesa nel 1820. Progetto C A S T O R E. Regione Toscana e Archivi di Stato toscani

LA CAPPELLA DELLA FRATERNITÀ DELLA PENITENTE SANTA MADDALENA

Questa cappella che dalle testimonianze raccolte risulta essere stata nella casa a fianco alla chiesa potrebbe aver avuto una porta di accesso nel vicolo. Se così fosse questa nella foto potrebbe essere una porta d’accesso alla cappella, oggi murata.

Il vicolo che secondo la mappa non aveva sfondo e l'edificio dove doveva essere la cappella della Fraternità della Penitente Santa Maddalena. Autore e Copyright Marco Ramerini
Il vicolo che secondo la mappa non aveva sfondo e l’edificio dove doveva essere la cappella della Fraternità della Penitente Santa Maddalena. Autore e Copyright Marco Ramerini
Forse una vecchia porta d'accesso alla cappella della Fraternità della Penitente Santa Maddalena. Autore e copyright Marco Ramerini
Forse una vecchia porta d’accesso alla cappella della Fraternità della Penitente Santa Maddalena. Autore e copyright Marco Ramerini

UN MISTERIOSO PASSAGGIO SOTTERRANEO

Nel seminterrato della chiesa, vicino al cosiddetto “Barrino” ci sono parti di cunicoli. Il più interessante dei quali è quello che va in direzione della piazza Barberini. L’aspetto è molto antico. Il passaggio è libero solo nei primi metri, poi è completamente riempito di terra. Chissà forse era un passaggio sotterraneo che attraversava la piazza e collegava l’edificio, che in passato era la sede del Podestà, con le fortificazioni sul lato occidentale del paese.

Il passaggio che probabilmente passava sotto la piazza del paese. Autore e Copyright Marco Ramerini
Il passaggio che probabilmente passava sotto la piazza del paese. Autore e Copyright Marco Ramerini

UNA PIETRA CON UNA CROCE MISTERIOSA…

Un’altra testimonianza interessante è una struttura in pietra, forse un’architrave, con scolpita una croce, che assomiglia molto ad una croce templare (ma potrebbe essere un altro tipo di simbolo, non conosco molto bene questo genere di simboli). La pietra è di grandi dimensioni e non è inglobata nella chiesa attuale, ma è solo appoggiata lungo un corridoio. Chissà se era parte della vecchia chiesa o se è stata trasportata da una delle tre chiese soppresse

Un architrave scolpita. Forse un resto della vecchia chiesa. Autore e copyright Marco Ramerini
Un architrave scolpita. Forse un resto della vecchia chiesa. Autore e copyright Marco Ramerini

Marco Ramerini

Ho pubblicato alcuni scritti sulla storia dell'esplorazione geografica e del colonialismo, in particolare sulle isole delle spezie, le Molucche. Ho ideato alcuni siti internet tra cui il sito www.colonialvoyage.com dedicato alla storia dell'esplorazione geografica e al colonialismo. Poi il sito www.borghiditoscana.net dedicato alla mia regione: la Toscana. Oltre che a molti altri siti di viaggi in diverse lingue. Viaggiatore, scrittore di guide turistiche online, scrivo di storia, fotografo e sono appassionato di astronomia.
banner