Home / Provincia di Firenze / Chianti / Churchill nell’agosto 1944 passò da Tavarnelle lungo la via Cassia?
Wiston Churchill vicino a Firenze nel 1944
Wiston Churchill vicino a Firenze nel 1944

Churchill nell’agosto 1944 passò da Tavarnelle lungo la via Cassia?

Scritto da Marco Ramerini.

Mio babbo è da sempre stato convinto di aver visto passare Churchill da Tavarnelle Val di Pesa una mattina dell’estate 1944, dopo poco la liberazione. Quella mattina, mio babbo aveva 10 anni ed era affacciato ad una finestra della casa dove la nostra famiglia era sfollata. La casa era quella del Pacciani situata all’incrocio tra la Cassia e la via del Mocale. La nostra famiglia si trovava ospitata dalla famiglia Pacciani perché la nostra casa era stata colpita e completamente distrutta da bombe incendiarie la notte del passaggio del fronte, tra il 22 e il 23 luglio 1944. La notte della distruzione della casa, la casa era disabitata perché i miei si erano rifugiati, già da alcune settimane, sfollati a Vigliano, in un rifugio nei pressi dell’odierna Azienda Agricola Vignano.

Mio babbo si ricorda del passaggio di un convoglio militare con a bordo Wiston Churchill, lui lo vide dalla finestra della casa Pacciani che si affaccia proprio sulla via Cassia. Sono sempre stato curioso riguardo a questo racconto. Ho provato a documentarmi al riguardo. Ho letto alcune fonti e trovato alcune informazioni, ma nessuna parla esplicitamente di Tavarnelle. Quello che è certo è che Winston Churchill nell’agosto 1944 soggiornò per alcuni giorni in Toscana. Al riguardo ho individuato un interessante libro scritto da Fabio Casini intitolato: “Churchill e la campagna d’Italia: agosto 1944. Passaggio in Toscana” che ho richiesto con l’ottimo servizio del prestito interbibliotecario alla nostra biblioteca comunale.

Vediamo quali sono i fatti conosciuti. Churchill giunge in Toscana il 17 agosto 1944 e soggiorna vicino a Siena nella Villa Placidi di Vignano. Da questa base si sposta per alcune visite giornaliere in altre aree della Toscana. Il 19 agosto vola da Siena a Marina di Cecina e visita l’area di Livorno, passando anche da Castiglioncello. Nello stesso giorno visitò anche il fronte di guerra nei pressi di Collesalvetti.

Il 20 agosto Churchill si recò a San Casciano, dove, nelle vicinanze, osservò il fronte e la valle dell’Arno con la città di Firenze. Potrebbe essere proprio in questa occasione che mio babbo vide passare Churchill da Tavarnelle? Da Siena per raggiungere San Casciano c’erano due strade una lungo la via Cassia e quindi passando anche da Tavarnelle, l’altra lungo la via Chiantigiana passando da Castellina in Chianti (e poi o via San Donato e Sambuca oppure via Panzano e Mercatale). Nei resoconti che ho letto non ho trovato quale delle strade prese Churchill.

Il 21 agosto 1944 Churchill volò da Siena a Roma, dove alloggiò presso l’Ambasciata Britannica. A Roma Churchill incontrò varie personalità del governo italiano, il Papa e esponenti del governo greco. Nel pomeriggio del 23 agosto ritornò in aereo a Siena. Il 24 agosto Churchill fece visita alla divisione neozelandese del generale Freyberg che era di base a Castellina in Chianti. Il pomeriggio del 25 agosto Churchill lasciò la Toscana per visitare il fronte adriatico.

Il fatto che il 24 agosto Churchill visitò i neozelandesi a Castellina potrebbe anche stare ad indicare che il 20 agosto Churchill non passò da Castellina ma fece la via Cassia e quindi i ricordi di mio babbo potrebbero avere un fondamento di verità.

Questi sono i fatti. Se qualcuno avesse altre informazioni su questo episodio sarei interessato a conoscerle.

Marco Ramerini

Ho fatto ricerche sulla storia delle esplorazioni geografiche e del colonialismo, in particolare sulle isole delle spezie, le Molucche. Ho ideato alcuni siti internet tra cui il sito www.colonialvoyage.com dedicato alla storia dell'esplorazione geografica e al colonialismo. Poi il sito www.borghiditoscana.net dedicato alla mia regione: la Toscana. Oltre che a molti altri siti di viaggi in diverse lingue. Viaggiatore, scrittore di guide turistiche online, ricerco e scrivo di storia. Sono appassionato di astronomia e fotografia.
x

Check Also

La tomba del Chito. Foto di Marcello Marcucci.

La leggenda del Chito: tra fantasia e realtà

Scritto da Marco Ramerini. Proprio al confine tra la provincia di Firenze e quella di ...