Home / Città / Pistoia: una città con un pregevole centro medievale
La facciata del Duomo di Pistoia. Autore e Copyright Marco Ramerini
La facciata del Duomo di Pistoia. Autore e Copyright Marco Ramerini

Pistoia: una città con un pregevole centro medievale

La città di Pistoia (90.000 abitanti (2008), 67 metri sul livello del mare) si trova al centro di una vasta pianura attraversata dal fiume Ombrone, posta tra gli Appennini e il monte Albano. Fondata in epoca romana come colonia, si sviluppò a partire dall’alto medioevo quando divenne sede longobarda e fu cinta da mura.

Nel XII secolo la città divenne libero comune e fu circondata da una seconda cinta muraria, a partire dal XIII Pistoia entrò a far parte dei possedimenti della potente e vicina città di Firenze. Nel XIV secolo fu costruita una terza cinta muraria con quattro porte, la città, sotto il controllo di Firenze prosperò, e vi furono costruite numerose chiese e palazzi signorili.

La storia di Pistoia data fin dal periodo romano, quando all’inizio del II secolo d.C. Pistoia era probabilmente un centro fortificato (oppidum) che serviva come base per le legioni. Il suo nome Pistoria, Pistoriae o Pistorium potrebbe indicare questo suo ruolo perché Pistoria in Latino denota il forno usato per fare il pane. Con il proseguimento della Cassia fino a Lucca, Pistoia consolidò la sua importanza nel territorio.

Il Battistero, Pistoia. Autore e Copyright Marco Ramerini

Il Battistero, Pistoia. Autore e Copyright Marco Ramerini

Nel V secolo la città divenne sede vescovile e successivamente fu saccheggiata dai Goti di Radagaiso (405 d.C.). In seguito fu governata dai Longobardi, dai Franchi e dagli Ottolingi, il nuovo millennio portò dei cambiamenti importanti nelle istituzioni politiche cittadine, a partire dal 1105 la città fu governata dai consoli, la più antica forma di magistratura democratica. Nel 1177 la città ebbe il suo primo statuto, uno dei primi in Italia.

Durante l’XI e il XII secolo, la città si distinse per la sua forte crescita economica; come conseguenza di ciò la città arrivò a controllare un grande territorio che oltrepassava i limiti di quella che oggi è la provincia di Pistoia. Il XIII secolo fu un periodo critico per la storia della città che venne a trovarsi tra i due poteri emergenti di Firenze e Lucca. Nel 1401 Pistoia perse per sempre la sua indipendenza e divenne parte dei domini di Firenze. Nei secoli seguenti la città prosperò, ed anche sotto il governo dei Lorena passò un florido periodo. La modernizzazione delle strade transappenniniche, con la costruzione della strada per Modena, riportò Pistoia al ruolo chiave che aveva esercitato in passato come nodo commerciale con il nord. Nel 1860 i cittadini di Pistoia votarono per l’unione al Regno d’Italia. Durante il regime fascista Pistoia fu promossa capoluogo di provincia.

Ospedale del Ceppo, Pistoia. Autore e Copyright Marco Ramerini

Ospedale del Ceppo, Pistoia. Autore e Copyright Marco Ramerini

Pistoia è ancora oggi quasi completamente cinta dalle sue mura medievali, all’interno della cerchia muraria numerosi sono i luoghi di attrazione turistica, prima di tutti la bella piazza del Duomo, sulla quale si affacciano la Cattedrale, il Battistero, il Palazzo dei Vescovi, il Palazzo del Comune e il Palazzo Pretorio. Altri edifici di richiamo turistico di Pistoia sono: lo Spedale del Ceppo con il suo bellissimo loggiato, la chiesa di San Bartolomeo in Pantano, la chiesa di San Giovanni Fuoricivitas, la Basilica della Madonna dell’Umiltà, la Chiesa di San Domenico e l’ex chiesa di Sant’Antonio dei Frati del Tau, con begli affreschi del XIV secolo, la Fortezza di Santa Barbara, la chiesa di San Francesco, la pieve di Sant’Andrea.

Cattedrale di San Zeno. La cattedrale esisteva gia nel X secolo. Probabilmente fu ricostruita nel XII secolo. Alla fine del XIII secolo la cattedrale, ancora senza portico, era simile a quella che possiamo ammirare oggi. I lavori continuarono attraverso il XIV e il XV secolo. Alla fine del XVI secolo la cattedrale fu nuovamente al centro di importanti lavori di restauro.

Antico Palazzo dei Vescovi. Questo palazzo fu costruito verso la fine dell’XI secolo, in origine esso aveva l’aspetto di una fortezza, con una torre su un angolo.

Battistero di S. Giovanni in Corte. La prima struttura del Battistero fu edificata nel XII secolo. Fu edificato nella presente forma nella metà del XIV secolo.

Palazzo del Comune. La prima costruzione fu fatta nel tardo XIII secolo. Il palazzo fu ampliato nella prima metà del secolo successivo quando fu aggiunto il portico sulla facciata. Verso la metà del XIV secolo il palazzo prese la forma attuale. Nella prima parte del XVII secolo fu costruito il ponte che unisce il palazzo alla cattedrale.

Pistoia

Pistoia

INFORMAZIONI UTILI

Mercato Settimanale Pistoia: mercoledì e sabato
Mercato settimanale, in Piazza del Duomo e Santo Spirito, tutti i mercoledi e tutti i sabati dalle 8.00 alle 13.30.

Uffici Informazioni Turistiche
Piazza Duomo n. 4 51100 Pistoia Tel. +39 0573 21622 Fax +39 0573 34327
Orario:
Tel. +39 0573 21622 Fax +39 0573 34327

BIBLIOGRAFIA

  • AA. VV. “Toscana” Guide Rosse Touring Club Italiano, 2007
  • AA. VV. “Pistoia” Guide Verdi Touring Club Italiano, 2009
  • AA. VV. “Architetture Pistoia. Vol. 1: La piazza del duomo” ETS, 2006
  • AA. VV. “Architetture Pistoia. Vol. 2: L’area ex Breda” ETS, 2007
  • cur Briganti D. “Pistoia. Guida alla città” Edimond, 2004
  • Cipriani, Alberto “Breve storia di Pistoia” Pacini Editore, 2004
  • cur. Vannucchi E. “Pistoia e la Toscana nel Medioevo” Società Pistoiese, 1997
banner