Home / Abbazie, Basiliche e Chiese / San Piero in Barca: un borgo abbandonato in Val d’Arbia
L'interno della Chiesa di San Piero in Barca, Castelnuovo Berardenga, Siena. Autore e Copyright Marco Ramerini..
L'interno della Chiesa di San Piero in Barca, Castelnuovo Berardenga, Siena. Autore e Copyright Marco Ramerini..

San Piero in Barca: un borgo abbandonato in Val d’Arbia

Scritto e ricercato da Marco Ramerini.

Il Repetti nel suo “Dizionario Geografico, Fisico e Storico della Toscana” alla pagina 273, definisce San Piero in Barca un “casale in Val d’Arbia sul torrente Malena”. Sempre secondo il Repetti, con il nome di “Barca” veniva chiamato nel secolo XV un podere della famiglia Tolomei di Siena. Nel “Dizionario corografico-universale dell’Italia. Dizionario corografico della Toscana / compilato per cura del Cav. E. Repetti e di altri dotti italiani · Volumi 2-3 Anno 1855” alla pagina 1322 si fa riferimento ad un istrumento del 1074, scritto nel castello di “Montaperto, con il quale l’arciprete Lamberto del capitolo di Siena diede in enfitausi a due coniugi il patronato della chiesa di San Pietro in Barca con diversi beni”.

Questo piccolo centro, un tempo abitato, e la sua chiesa, oggi purtroppo in rovina, si trovano in alto a fianco della strada provinciale n°61 che da Pianella conduce a Castelnuovo Berardenga. All’ingresso ci accoglie un viale di antichi cipressi. La prima struttura che si vede è l’abside della chiesa di San Piero in Barca. Salendo una piccola rampa di scale, quasi completamente ricoperte dai rovi si raggiunge la facciata della chiesa.

L'acquasantiera, Chiesa di San Piero in Barca, Castelnuovo Berardenga, Siena. Autore e Copyright Marco Ramerini
Chiesa di San Piero in Barca, Castelnuovo Berardenga, Siena. Autore e Copyright Marco Ramerini

Qui è una lapide ai caduti della Prima Guerra Mondiale, il fiore della gioventù di questo piccolo insediamento di campagna. I più giovani avevano 20 anni, il più anziano 37 anni. Sulla lapide ancora, chissà per quanto, attaccata ad una parete, è scritto”1915-1918. Abbiano il meritato premio nel Regno della Pace indefettibile i generosi di questa parrocchia che perirono nella Grande Guerra qui alle preghiere dei posteri raccomandati”. Segue la lista dei nomi dei “Morti in Combattimento: Cesari Tersilio 1895-59 Fant. 21-10-1915. Maffei Sabatino 1891-3 Bers. 9-11-1915. Manganelli Giulio 1881-997 Comp. 3-7-1918. Pianigiani Livio 1894-233 Fant. 27-10-1918. Pizzichi Lorenzo 1891-3 Bers. 12-7-1915. Salvinelli Giulio 1894-127 Fant. 27-8-1917. Tracchi Vittorio 1890-63 Fant. 21-10-1915.” “Morti di Malattia: Anichini Bramante 1897-36 Fant. 2-4-1917. Capanelli Ottavio 1889-8 San. 30-12-1918. Landi Bramante 1886-70 Fant. 20-5-1916.”

La facciata della Chiesa di San Piero in Barca, Castelnuovo Berardenga, Siena. Autore e Copyright Marco Ramerini
La facciata della Chiesa di San Piero in Barca, Castelnuovo Berardenga, Siena. Autore e Copyright Marco Ramerini

La porta della chiesa è spalancata, il tetto è in gran parte crollato, resta ancora solo una sezione sopra all’ingresso della chiesa. La struttura è a una navata. A sinistra dell’ingresso si trovano i resti del confessorio e di quello che mi sembra un fonte battesimale o un acquasantiera. Le pareti della chiesa sono decorate. All’interno si trovano tre altari. Sopra alla porta c’è una targa del 1866 che riporta le seguenti parole: “Sancto Salvatori et divo Petro ap. Patronatus Ecclesiae. A.D. MDCCCLXVI”

L'interno della Chiesa di San Piero in Barca, Castelnuovo Berardenga, Siena. Autore e Copyright Marco Ramerini..
L’interno della Chiesa di San Piero in Barca, Castelnuovo Berardenga, Siena. Autore e Copyright Marco Ramerini..

La chiesa appartiene alla Diocesi di Arezzo ed era parte del Piviere di San Marcellino in Avane. Nel censimento del Granducato di Toscana del 1841 la parrocchia dei Santi Pietro e Paolo in Barca conta un totale di 156 parrocchiani. Il parroco dell’epoca era Don Bernardo Francini (50 anni). Nel piccolo insediamento vivevano oltre al parroco (con mamma e serva) altre 23 famiglie. I mestieri svolti erano tutti legati alla vita contadina: troviamo tanti contadini, alcuni pigionali e zappaterra, un legnaiolo.

L'interno della Chiesa di San Piero in Barca, Castelnuovo Berardenga, Siena. Autore e Copyright Marco Ramerini..
L’interno della Chiesa di San Piero in Barca, Castelnuovo Berardenga, Siena. Autore e Copyright Marco Ramerini..

Sigismondo Beccherini viene indicato come proprietario. Ci sono poi le famiglie contadine Stopponi, Perozzi, Pacini, Magi, Palagi, Berni, Brogi Santi, Brogi Gio: Batta, Francioni, Pianigiani (che esercita anche la professione di fornaciaio), Gori, Brogi Pasquale, Ciofi e Bechi. I membri della famiglia Fabbri svolgono il mestiere di legnaioli, mentre le donne sono sarte e tessitrici. Pasquale Manganelli è zappaterra. Le famiglie Milanesi, Minnelli, Rabissi e Ragni sono pigionali zappaterra. Mentre Anna Gabbrielli, che all’epoca ha 62 anni e sembra vivere da sola, fa la filandaia. Angela Salvini (64 anni) risulta pigionale assieme a lei abita Luigi Scala (cioè dello Spedale della Scala di Siena), esposto allevato e tenuto come un figlio dalla Salvini, annota il parroco. Ci sono anche alcune serve e diversi giovani dello Spedale della Scala.

L'abside della Chiesa di San Piero in Barca, Castelnuovo Berardenga, Siena. Autore e Copyright Marco Ramerini
L’abside della Chiesa, Castelnuovo Berardenga, Siena. Autore e Copyright Marco Ramerini

Pochissime famiglie potevano annoverare uno o più membri che sapessero leggere e scrivere: Solo il parroco e sua madre, la gran parte dei membri della famiglia dell’unico possidente (il Beccherini), il figlio di un contadino possidente (il Brogi) e due membri della famiglia del legnaiolo Fabbri erano in grado di leggere e scrivere.

San Piero in Barca, Castelnuovo Berardenga, Siena. Autore e Copyright Marco Ramerini.
San Piero in Barca, Castelnuovo Berardenga, Siena. Autore e Copyright Marco Ramerini.

Oltre alla chiesa si trovano alcuni edifici colonici piuttosto importanti per dimensioni. Tutti sono però in pessimo stato e molte parti di queste costruzioni sono crollate. All’interno di alcune di queste strutture sono visibili delle decorazioni alle pareti.

San Piero in Barca, Castelnuovo Berardenga, Siena. Autore e Copyright Marco Ramerini
San Piero in Barca, Castelnuovo Berardenga, Siena. Autore e Copyright Marco Ramerini
L'interno di un edificio di San Piero in Barca, Castelnuovo Berardenga, Siena. Autore e Copyright Marco Ramerini
L’interno di un edificio di San Piero in Barca, Castelnuovo Berardenga, Siena. Autore e Copyright Marco Ramerini
San Piero in Barca. Progetto C A S T O R E - Regione Toscana e Archivi di Stato toscani.
San Piero in Barca nel 1820, l’edificio in grigio è la chiesa. Progetto C A S T O R E – Regione Toscana e Archivi di Stato toscani.

ALLOGGI, AGRITURISMI, B&B E HOTEL

Booking.com

Marco Ramerini

Ho fatto ricerche sulla storia delle esplorazioni geografiche e del colonialismo, in particolare sulle isole delle spezie, le Molucche. Ho ideato alcuni siti internet tra cui il sito www.colonialvoyage.com dedicato alla storia dell'esplorazione geografica e al colonialismo. Poi il sito www.borghiditoscana.net dedicato alla mia regione: la Toscana. Oltre che a molti altri siti di viaggi in diverse lingue. Viaggiatore, scrittore di guide turistiche online, ricerco e scrivo di storia. Sono appassionato di astronomia e fotografia.
x

Check Also

Mappa dell'area di utilizzo della parola “babbo”

Babbo: una parola sotto assedio

Scritto da Marco Ramerini Nei mezzi di comunicazione attuali si sentono in continuazione parole di ...