Home / Borghi / Sarteano: un borgo murato dominato da un imponente castello
Il Castello di Sarteano, Siena. Author and Copyright Marco Ramerini
Il Castello di Sarteano, Siena. Author and Copyright Marco Ramerini

Sarteano: un borgo murato dominato da un imponente castello

Sarteano, è un interessante paese medievale posto ad un’altezza di 573 metri nel sud della provincia di Siena, tra la Val d’Orcia e la Val di Chiana, il paese si trova a soli 6 km dal casello di Chiusi-Chianciano dell’autostrada del Sole (A1). A Sarteano nacque nel 1439 Francesco Todeschini Piccolomini che nel 1503 fu papa per meno di un mese con il nome di Pio III.

Frequentato centro di villeggiatura, Sarteano, mantiene l’aspetto medievale, di cui principale edificio è il possente castello dei Manenti, risalente al XII-XIII secolo e ristrutturato nel XV secolo. Il castello è cinto da doppia cerchia di mura che racchiude un imponente maschio a pianta quadrata e con torri rotonde ai lati. Sarteano fu piazzaforte della repubblica di Siena durante tutto il medioevo. Una parte della cinta muraria è stata distrutta e smantellata durante l’ottocento. Nelle mura medievali sono ancora visibili alcune porte tra cui la Porta Monalda, la Porta Umbra e la Porta di Mezzo.

Il paese conserva alcune chiese pregevoli e mantiene la caratteristica impronta medievale nelle vie e negli edifici del centro storico. La chiesa di San Francesco del XIV secolo presenta una facciata rinascimentale ed ha al suo interno alcuni affreschi staccati dalla chiesa di S. Vittoria. Nella chiesa di San Martino si trovano alcune interessanti opere pittoriche tra cui l’Annunciazione (XVI secolo) di Domenico Beccafumi. La collegiata di San Lorenzo è un edificio tardo rinascimentale (XVI secolo).

La Chiesa di San Lorenzo, Sarteano, Siena. Author and Copyright Marco Ramerini

La Chiesa di San Lorenzo, Sarteano, Siena. Author and Copyright Marco Ramerini

Il Palazzo del Comune è un edificio che ebbe origine nel XIV secolo ma che con i secoli è stato pesantemente modificato, al suo interno si trova il settecentesco Teatro Comunale degli Arrischianti. Altri palazzi notevoli di Sarteano sono il Palazzo Goti-Fanelli (XVI secolo), il Palazzo Cennini, il Palazzo Sisti-Berdini (XIV secolo), il Palazzo Piccolomini (XV secolo) e il Palazzo Gabrielli del XVI secolo, in quest’ultimo palazzo gli appassionati di archeologia potranno visitare il ricco Museo civico archeologico di Sarteano con numerosi oggetti antichi ritrovati nella zona e con riproduzioni di tombe etrusche, tra cui la Tomba dipinta della Quadriga infernale risalente alla seconda metà del IV sec. a.C.

Sarteano

Sarteano

Tra le escursioni da fare nella zona di Sarteano le più belle sono quelle che portano al borgo medievale di Castiglioncello del Trinoro, vero e proprio belvedere sulla val d’Orcia, all’abbazia camaldolese di San Piero in Campo risalente all’XI secolo, e infine all’abbazia di Spineta.

A pochi chilometri da Sarteano, nei pressi della località Spineta, si trovano anche i ruderi del Castello delle Moiane.

INFORMAZIONI UTILI:

Mercato settimanale Sarteano: Venerdì
Piazza Bargagli

Uffici Informazioni – Sarteano
Informazioni e servizi turistici
Corso Garibaldi, 9
tel. +39 0578 269204 – fax 0578269204

BIBLIOGRAFIA

  • AA. VV. “Toscana” Guide Rosse Touring Club Italiano, 2007
  • Minetti Alessandra “La tomba della quadriga infernale. Nella necropoli delle Pianacce di Sarteano” 2006, L’Erma di Bretschneider
  • Marrocchi Mario “Sarteano. Tra val d’Orcia e val di Chiana. Itinerari scelti” 1996, Pieraldo
banner