Home / Città / Palazzo Vecchio: uno dei simboli di Firenze
Palazzo, Vecchio, Firenze. Author and Copyright Marco Ramerini
Palazzo, Vecchio, Firenze. Author and Copyright Marco Ramerini

Palazzo Vecchio: uno dei simboli di Firenze

Uno dei simboli di Firenze, Palazzo Vecchio o Palazzo della Signoria fu progettato da Arnolfo di Cambio attorno al 1299 come residenza dei Priori delle Arti, il palazzo fu completato nel 1314. La torre di Palazzo Vecchio, alta 94 metri, chiamata torre di Arnolfo fu costruita nel 1310, assieme con il palazzo. Essa era probabilmente supportata da una più antica torre chiamata torre de’ Foraboschi. La torre fu terminata nel 1453 con l’erezione di una cuspide, una sfera di bronzo e il Marzocco (il leone simbolo di Firenze). Il palazzo si affaccia su Piazza della Signoria.

Palazzo Vecchio fu la residenza della Signoria di Firenze durante il XV secolo e in seguito fu ristrutturato dal Vasari quando, nel 1540, Cosimo I de’ Medici si trasferì nel palazzo con la sua famiglia. Nel 1865, quando Firenze divenne capitale del Regno d’Italia, Palazzo Vecchio fu sede del governo (1865-71), e ospitò la Camera dei Deputati (mentre il Senato era ospitato agli Uffizi). Palazzo Vecchio ritornò alle sue funzioni originali di sede del comune nel 1872.

Palazzo Vecchio, Firenze, Italia. Author and Copyright Marco Ramerini

Palazzo Vecchio, Firenze, Italia. Author and Copyright Marco Ramerini

Nonostante che ancora oggi sia la sede del comune di Firenze, una buona parte del Palazzo è aperta alle visite. Bello è il decorato cortile d’accesso al palazzo. Tra le stanze da visitare ci sono il Salone dei Cinquecento, lo Studiolo di Francesco I e i quattro appartamenti monumentali: il Quartiere degli Elementi, il Quartiere di Eleonora, la Residenza dei Priori e il Quartiere di Leone X. Il Salone dei Duecento viene normalmente usato per gli incontri ufficiali del comune e non sempre viene aperto al pubblico. All’interno del palazzo ci sono importanti affreschi eseguiti dal Ghirlandaio, da Francesco Salviati, dal Bronzino e dal Vasari. Ci sono anche capolavori della scultura rinascimentale come il Genio della Vittoria di Michelangelo e il bronzo di Donatello della Giuditta e Oloferne. Vicino a Palazzo Vecchio è la bella Loggia dei Lanzi o Loggia della Signoria con diverse belle statue la più famosa delle quali è il Perseo di Benvenuto Cellini.

Particolare delle finestre e degli stemmi di Palazzo Vecchio, Firenze, Italia. Author and Copyright Marco Ramerini

Particolare delle finestre e degli stemmi di Palazzo Vecchio, Firenze, Italia. Author and Copyright Marco Ramerini

  • Tipologia oggetti: affreschi; sculture; pitture; mobilia.
  • Opere di rilievo: Fra le opere più importanti la statua della Vittoria di Michelangelo nel Salone dei Cinquecento, la Giuditta di Donatello, il Putto alato del Verrocchio. Inoltre gli affreschi del Ghirlandaio nella Sala dei Gigli, del Salviati nella Sala dell’Udienza, del Bronzino nella Cappella di Eleonora e di Vasari e dei suoi aiuti nel Salone dei Cinquecento e nei quartieri medicei. Raffinata testimonianza collettiva del tardo manierismo fiorentino è lo studiolo di Francesco I.
  • Indirizzo: piazza della Signoria. FIRENZE (FIRENZE) Telefono: 055-2768325
  • Orario: ore 9-19; giovedì e nei giorni festivi infrasettimanali ore 9-14. Chiuso per Capodanno, Pasqua, 1 maggio, Ferragosto, Natale.
  • Prezzo: 6,00 €; 4,50 € ridotto giovani 18-25 anni e anziani oltre 65 anni 4,50 €; ridotto per ragazzi 3-17 anni e scuole 2,00 €. Biglietto per famiglia 4 persone (2 adulti, 2 ragazzi) 14,00 €; famiglia 5 persone (2 adulti, 3 ragazzi) 16,00 €.
  • Accesso handicap: PARZIALE
  • Superficie espositiva: 3284 mq
  • Sale di esposizione: 35 sale

Entriamo adesso nel Palazzo e cominciamo la nostra visita dal Cortile di Palazzo Vecchio.

This post is also available in: Inglese Francese Spagnolo

banner
Close
Seguiteci su Facebook
Restate informati su Guida Viaggi