Home / Colline / Val d’Orcia: paesaggio naturale magistralmente modellato dall’uomo
Marzo Campagna nei pressi di San Quirico d'Orcia, Val d'Orcia, Siena. Autore e Copyright Marco Ramerini
Marzo Campagna nei pressi di San Quirico d'Orcia, Val d'Orcia, Siena. Autore e Copyright Marco Ramerini

Val d’Orcia: paesaggio naturale magistralmente modellato dall’uomo

Nel 2004, la Val d’Orcia è stata iscritta dall’UNESCO come zona paesaggistica patrimonio mondiale dell’umanità, con le seguenti motivazioni: la Val d’Orcia è un eccezionale esempio di come il paesaggio naturale sia stato ridisegnato nel periodo Rinascimentale per rispecchiare gli ideali di buon governo e creare un’immagine esteticamente gradevole.

Il paesaggio della Val d’Orcia è stato celebrato dai pittori della Scuola Senese, fiorita durante il Rinascimento. Le immagini della Val d’Orcia ed in particolar modo le riproduzioni dei suoi paesaggi, in cui si raffigura la gente vivere in armonia con la natura, sono diventate icone del Rinascimento ed hanno profondamente influenzato il modo di pensare il paesaggio negli anni futuri.

La Val d’Orcia è compresa nei seguenti comuni tutti in provincia di Siena: Castiglione d’Orcia, Montalcino, Pienza, Radicofani e San Quirico d’Orcia. Il suo territorio è costituito principalmente da un paesaggio collinare con forme dolci ed incisioni vallive poco accentuate. Il corso del fiume Orcia taglia trasversalmente la valle, l’elemento dominante del paesaggio è costituito da fenomeni di erosione, che spesso mettono a nudo il substrato argilloso di colore chiaro.

Val d'Orcia

Val d’Orcia

Tutti i comuni della Val d’Orcia, oltre all’aspetto paesaggistico, sono interessanti anche sotto l’aspetto storico-artistico presentando rilevanze architettoniche di epoca medievale (XI-XIV secolo) e rinascimentale (XV-XVI secolo). Le più importanti sono: a San Quirico d’Orcia (la Collegiata, Palazzo Chigi e gli Horti Leonini); a Pienza (la Cattedrale, la Chiesa di S. Francesco, la Pieve di Corsignano, i Palazzi Ammannati, Piccolomini e Vescovile); a Montalcino (la Rocca, il Palazzo Comunale, la Chiesa di S. Agostino); a Castiglione d’Orcia (la Rocca degli Aldobrandeschi); a Radicofani (la Rocca e le mura medicee). Tra i piccoli borghi sparsi nella Val d’Orcia si segnalano: i borghi di Monticchiello, Corsignano, Castelluccio e Spedaletto, nel comune di Pienza; Rocca d’Orcia, Campiglia d’Orcia, Ripa d’Orcia e Vivo d’Orcia nel comune di Castiglione d’Orcia; Bagno Vignoni e Ripa d’Orcia nel comune di San Quirico d’Orcia; Castelnuovo dell’Abate nel comune di Montalcino.

Di grande interesse sono poi le testimonianze di architettura religiosa sparse nella valle come il monastero camaldolese di San Piero in Campo; quello olivetano di Sant’Anna in Camprena; e per finire l’opera a carattere religioso più bella di tutta la Val d’Orcia: la meravigliosa Abbazia di Sant’Antimo nel comune di Montalcino.

BIBLIOGRAFIA

  • AA. VV. “Toscana” Guide Rosse Touring Club Italiano, 2007
  • Arezzini Tiziana; Pierguidi Valentina; Smaghi Raffaella “Val d’Orcia patrimonio dell’umanità” C&P Adver Effigi, 2012
  • Stopani, Renato “La val d’Orcia, un’«area di strada» del Medioevo-La val d’Orcia. A medieval road area” Firenzelibri, 2012
  • Turchi, Athos “La bicicletta e l’arte di pensare. Cicloturismo filosofico in val d’Orcia” C&P Adver Effigi, 2013

PRIMAVERA IN VAL D’ORCIA

Il paesaggio della Val d’Orcia cambia in ogni stagione, qui una selezione di foto fatte in Primavera.

ESTATE IN VAL D’ORCIA

Il paesaggio della Val d’Orcia cambia in ogni stagione, qui una selezione di foto fatte in Estate.

AUTUNNO IN VAL D’ORCIA

Il paesaggio della Val d’Orcia cambia in ogni stagione, qui una selezione di foto fatte in Autunno.

INVERNO IN VAL D’ORCIA

Il paesaggio della Val d’Orcia cambia in ogni stagione, qui una selezione di foto fatte in Inverno.

This post is also available in: Inglese Francese Tedesco Spagnolo

banner
Close
Seguiteci su Facebook
Restate informati su Guida Viaggi