Home / Provincia di Arezzo / Casentino / Casentino: foreste, eremi solitari, natura e tranquillità
La Verna, Casentino, Arezzo. Autore Christopher John SSF (Friar's Balsam). Licensed under the Creative Commons Attribution..
La Verna, Casentino, Arezzo. Autore Christopher John SSF (Friar's Balsam)

Casentino: foreste, eremi solitari, natura e tranquillità

Il Casentino è una vallata attraversata dal fiume Arno, qui si trova la sorgente del più importante fiume della Toscana, incastonata tra i rilievi del Pratomagno e dell’Appennino Tosco-Romagnolo.

Il territorio del Casentino si estende per circa 800 km² nella parte settentrionale della provincia di Arezzo, esso confina a nord con l’Emilia-Romagna e a ovest con la provincia di Firenze.

Il Casentino è infatti l’alta valle del fiume Arno, un verde anfiteatro chiuso tra le montagne, ricco di boschi e isolato dai rilievi che lo proteggono, in questa terra è in parte rimasta l’atmosfera semplice che caratterizzava il resto della Toscana dei decenni passati.

Le montagne dell’appennino Tosco-Emiliano lo delimitano a nord, in questa zona si trovano il Monte Falterona (1.654 metri) e il Monte Falco (1658 metri).

Camaldoli, Casentino, Arezzo. Autore Francesco Gasparetti. Licensed under the Creative Commons Attribution

Camaldoli, Casentino, Arezzo. Autore Francesco Gasparetti

Sul Monte Falterona si trovano le sorgenti del fiume Arno, fiume che scorre lungo tutto il territorio casentinese e che ne modella e ne caratterizza il territorio. A occidente si eleva il massiccio montuoso del Pratomagno (1.592 metri) che separa il Casentino dal Valdarno Superiore. L’Alta Val Tiberina è separata del Casentino dai monti dell’Alpe di Serra e dell’Alpe di Catenaia.

La zona è ricca di bellezze paesaggistiche naturali e artistiche, ricco di boschi di faggi e abeti bianchi (buona parte dell’area appenninica fa parte del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna), complessi monastici immersi nel verde (La Verna, Camaldoli) e antichi castelli (Poppi, Romena), il Casentino è oggi un importante meta turistica della Toscana.

Il Casentino è un territorio per gli amanti della natura e della tranquillità, ma anche per chi è alla ricerca di arte e di misticismo negli eremi solitari di Camaldoli e della Verna. La topografia del Casentino è particolarmente varia, vi si trovano pianure e montagne ricche di grandi foreste, la sua natura di conca isolata circondata da montagne ne ha preservato le tradizioni delle popolazioni che lo abitano. Il Casentino è anche terra di cittadine e borghi tranquilli e isolati ricchi di arte e di storia.

Casentino

Casentino

L’autunno è probabilmente la stagione migliore per visitare il Casentino, in questo periodo infatti i boschi, talvolta ammantati dalle nubi e dalla nebbia, si accendono di colori incredibili che vanno dal rosso al giallo rendendo il paesaggio veramente spettacolare.

BIBLIOGRAFIA

  • AA. VV. “Guida ai prodotti agroalimentari del Casentino. Itinerari tra cultura e tradizioni locali” Unione Comuni Montani del Casentino, 2012
  • AA. VV. “Toscana” Guide Rosse Touring Club Italiano, 2007
  • Caselli Giovanni “Casentino – Guida Storico Ambientale” Editrice Le Balze, Montepulciano 2003
  • Piroci Branciaroli Alberta “Casentino. Terra di santi e cavalieri” Aska Edizioni, 2008
  • Rombai Leonardo; Stopani Renato “Il Casentino. Territorio, storia e viaggi” Polistampa, 2012

This post is also available in: Inglese Tedesco

banner
Close
Seguiteci su Facebook
Restate informati su Guida Viaggi