Home / Borghi / Civitella in Val di Chiana: pittoresco borgo medievale
La Rocca di Civitella Val di Chiana, Arezzo. Autore e Copyright Marco Ramerini
La Rocca di Civitella Val di Chiana, Arezzo. Autore e Copyright Marco Ramerini

Civitella in Val di Chiana: pittoresco borgo medievale

Civitella in Val di Chiana è un pittoresco borgo appollaiato su una collina a 523 mslm. Questo borgo fu importante in epoca storica grazie alla sua collocazione strategica rispetto ai percorsi verso Siena e verso Firenze, e al suo ruolo di presidio nelle vicinaze della città di Arezzo.

L’assetto definitivo di Civitella viene datato verso la seconda metà del XIII secolo, quando il vescovo di Arezzo Guglielmino degli Ubertini fece erigere delle imponenti fortificazioni sull’impianto del Cassero, che era sorto su precedenti fortificazioni romane e longobarde. Il castello visse il suo periodo di massimo splendore con il Vescovo Guido Tarlati, signore di Civitella a partire dal 1318.

Il paese intanto si era sviluppato secondo la morfologia del terreno collegando le case addossate alla porta senese ed al castello con la chiesa di S. Maria, situata all’estremo opposto della collina.

UN BORGO MEDIEVALE TEATRO DI UN ECCIDIO NAZISTA

Il paese di Civitella è oggi caratterizzato da due piazze fiancheggiate e collegate fra loro su di un lato da edifici con portici. Si trovano qui gli edifici più importanti di Civitella, ricostruiti dopo le distruzioni causate dalla seconda guerra mondiale (in particolare dalla rappresaglia tedesca del 29 giugno 1944), tra cui il Palazzo Pretorio (XIV secolo), Palazzo Becattini, la “Cancelleria” e il Palazzo Ninci. Nella piazza più lontana dalla Rocca è anche una bella Cisterna in pietra su basamento ottagonale. La Chiesa di S. Maria, risalente all’anno 1000, e ricostruita in stile romanico nel 1252 chiude l’abitato sul lato opposto alla Rocca.

Civitella Val di Chiana, Arezzo. Autore e Copyright Marco Ramerini

Civitella Val di Chiana, Arezzo. Autore e Copyright Marco Ramerini

LA ROCCA

La Rocca (XIII secolo) caratterizza tutta Civitella e la sua visita è molto suggestiva con imponenti e pittoreschi ruderi. Fortilizio già esistente nel 1048, occupava probabilmente l’area di un castellare romano. La rocca venne ristrutturata dopo la distruzione del 1252. Sulla sinistra dell’ingresso si erge il torrione meglio conservato, a forma quadrangolare, con la porta d’accesso interna alla cinta muraria. Sulla destra si trovano i resti di un altro torrione di dimensioni maggiori ma molto danneggiato ed in gran parte crollato.

LA CINTA MURARIA

La cinta muraria del borgo, risale al XII secolo. In origine erano due le porte di accesso al castello: la Porta Aretina e la Porta Senese. La prima venne distrutta durante un bombardamento alleato del 1944, la seconda porta è rimasta, ed internamente sono visibili le tracce di un’edicola sacra con alcuni frammenti di affresco. Nei pressi della Porta Senese è anche un Tabernacolo con l’effigie della Madonna col Bambino in maiolica policroma di scuola Robbiana, datata 1522.

Il paese di Civitella Val di Chiana è tristemente famoso per essere il luogo dell’Eccidio di Civitella. Una strage di civili (244 furono i morti tra la popolazione) compiuta dai militari tedeschi, per rappresaglia, durante la Seconda Guerra Mondiale (29 giugno 1944).

I Portici, Civitella Val di Chiana, Arezzo. Autore e Copyright Marco Ramerini

I Portici, Civitella Val di Chiana, Arezzo. Autore e Copyright Marco Ramerini

COME ARRIVARE A CIVITELLA IN VAL DI CHIANA

Civitella in Val di Chiana si trova nella Toscana orientale vicino ad Arezzo, alta su una collina che domina la Val di Chiana.

In Auto: Civitella in Val di Chiana si raggiunge con l’Autostrada del Sole, A1 uscendo all’uscita di Arezzo, fuori dal casello si prende a destra in direzione di Badia al Pino. Giunti a Badia al Pino alla prima rotatoria si prende a destra in direzione di Civitella in Val di Chiana, dall’uscita dell’autostrada sono circa 13 km.

Distanze stradali da Civitella in Val di Chiana: Arezzo 18 km; Siena 51 km; Firenze 76 km; Roma 219 km.

Bus: Il paese è collegato da servizi di autobus della LFI dalla linea S1 per Monte San Savino, Ciggiano, Badia al Pino, Civitella Val di Chiana, Pieve al Toppo, Tegoleto, Spoiano, Montagnano, Arezzo.

Treno: La stazione ferroviaria più vicina è quella di Arezzo.

Aereo: L’aeroporto più vicino è quello di Firenze-Peretola Amerigo Vespucci, che si trova a 92 km di distanza.

Civitella Val di Chiana

Civitella Val di Chiana

INFORMAZIONI UTILI

Mercato Settimanale a Badia al Pino: mercoledì
Mercato settimanale a Badia al Pino tutti i mercoledì dalle 8,00 alle 13,30.

Uffici Informazioni Turistiche
Via Gramsci, 24 Badia al Pino
Telefono 0575 4451

BIBLIOGRAFIA

  • AA. VV. “Toscana” Guide Rosse Touring Club Italiano, 2007
  • Sacchetti, Enzo “Il castello di Civitella in Val di Chiana. Il museo che non c’è” Le Balze, 2006

ALLOGGI, AGRITURISMI, B&B E HOTEL

Booking.com

Marco Ramerini

Ho pubblicato alcuni scritti sulla storia dell'esplorazione geografica e del colonialismo, in particolare sulle isole delle spezie, le Molucche. Ho ideato alcuni siti internet tra cui il sito www.colonialvoyage.com dedicato alla storia dell'esplorazione geografica e al colonialismo. Poi il sito www.borghiditoscana.net dedicato alla mia regione: la Toscana. Oltre che a molti altri siti di viaggi in diverse lingue. Viaggiatore, scrittore di guide turistiche online, scrivo di storia, fotografo e sono appassionato di astronomia.
banner