Home / Città / Galleria degli Uffizi: il più importante museo di Firenze e uno dei più famosi musei del mondo
La Nascita di Venere, Sandro Botticelli, Galleria degli Uffizi, Firenze
La Nascita di Venere, Sandro Botticelli, Galleria degli Uffizi, Firenze

Galleria degli Uffizi: il più importante museo di Firenze e uno dei più famosi musei del mondo

La Galleria degli Uffizi è il più importante museo di Firenze e uno dei più famosi musei del mondo. L’edificio ospita una superba raccolta di opere d’arte, divisa in varie sale allestite per scuole e stili in ordine cronologico.

Si tratta di un patrimonio artistico immenso, comprendente migliaia di quadri che vanno dall’epoca medievale a quella moderna, un gran numero di sculture antiche, di miniature, di arazzi.

Il palazzo degli Uffizi è una costruzione architettonica di grande importanza, e al suo interno custodisce capolavori dell’arte mondiale di valore inestimabile. L’origine del palazzo che ospita il museo risale al 1560, quando Cosimo I de’ Medici fece progettare a Giorgio Vasari un grande palazzo a due ali che doveva ospitare gli uffici (Uffizi) dello Stato fiorentino.

La costruzione ha la forma insolita e singolare di una U, rivolta verso il fiume Arno. I due corpi della costruzione sono paralleli e sono collegati tra loro da un corridoio che ha sei grandi finestre ad arco che si aprono sopra il cortile del palazzo, con stupende vedute sul Palazzo Vecchio e sopra il fiume Arno, con stupende vedute sul Ponte Vecchio. Lo stesso Vasari, pochi anni dopo la costruzione del palazzo, tramite un corridoio aereo (Corridoio Vasariano), collegò gli Uffizi con Palazzo Pitti.

Galleria degli Uffizi, Firenze. Author and Copyright Marco Ramerini,

Galleria degli Uffizi, Firenze. Author and Copyright Marco Ramerini,

Il primo nucleo della Galleria fu creato, nel 1581, da Francesco I de’ Medici, figlio di Cosimo, all’ultimo piano dell’edificio, ed era costituito dalle collezioni Medicee raccolte nel Quattrocento e nel Cinquecento. Le opere furono sistemate inizialmente nella sala della Tribuna e nelle salette adiacenti. Il museo fu regolarmente aperto al pubblico sotto la dinastia lorenese.

Al secondo piano della Galleria, presso i locali ricavati dall’ex Teatro Mediceo, ha sede la raccolta di disegni e stampe, tra le maggiori al mondo, che comprende circa 120.000 opere, datate dalla fine del Trecento al XX secolo secolo, fra le quali spiccano esempi di tutti i più grandi maestri toscani, da Leonardo a Michelangelo.

Madonna con il cardellino, Raffaello, Galleria degli Uffizi, Firenze

Madonna con il cardellino, Raffaello, Galleria degli Uffizi, Firenze

La Galleria degli Uffizi custodisce una delle collezioni di pittori italiani ed europei tra le più importanti al mondo. Le sale del museo sono un susseguirsi di capolavori dei maestri del Rinascimento. Gli Uffizi espongono il più completo panorama della pittura fiorentina e toscana a partire da Cimabue e Giotto fino ad arrivare ai pittori manieristi. Importantissima è anche la presenza di opere di altre scuole pittoriche italiane, tra queste quella veneta è la più ricca di opere di pregio. Di immenso valore sono i quadri di pittori fiamminghi presenti nel museo, così come la collezione di antichità e di autoritratti (quest’ultima visibile oggi nel famoso Corridoio Vasariano, che unisce gli Uffizi con Palazzo Pitti).

L'Adorazione dei Magi, Leonardo da Vinci, Galleria degli Uffizi, Firenze

L’Adorazione dei Magi, Leonardo da Vinci, Galleria degli Uffizi, Firenze

Tra le opere più rilevanti del Museo degli Uffizi, comprendente tra l’altro la maggiore collezione al mondo di dipinti del Botticelli (Nascita di Venere, Primavera, Adorazione dei magi), troviamo capolavori dell’Orcagna (Trittico di San Matteo), Antonio del Pollaiolo (Ercole e Anteo ed Ercole e l’Idra), Piero del Pollaiolo (Virtù), Giotto (Madonna d’Ognissanti), Duccio di Buoninsegna (Madonna Rucellai), Cimabue (Maestà di Santa Trinita), Simone Martini (Annunciazione), Giottino (Deposizione della Croce), Masaccio (Madonna col bambino e Sant’Anna), Domenico Veneziano (Madonna col bambino e Santi), Taddeo Gaddi, Masolino, Leonardo da Vinci (Annunciazione, Adorazione dei Magi), Gentile da Fabriano (Adorazione dei Magi), Filippo Lippi, Paolo Uccello (Battaglia di San Romano), Beato Angelico, Michelangelo (Sacra Famiglia con san Giovannino o Tondo Doni), Raffaello (Madonna del Cardellino, Ritratti dei duchi di Urbino Elisabetta Gonzaga e Guidobaldo da Montefeltro, Ritratto di Leone X con i cardinali Giulio de’ Medici e Luigi de’ Rossi), Michelangelo Merisi da Caravaggio (Medusa, Bacco, Sacrificio d’Isacco), Piero della Francesca (Dittico ritratti dei Duchi di Urbino), Pietro Perugino (Madonna con bambino e santi, Ritratto di Francesco Maria delle Opere), Tiziano (Venere di Urbino), Pontormo (Cena in Emmaus), Andrea del Sarto (Madonna delle Arpie), Hugo van der Goens (Trittico Portinari), Parmigianino (Madonna dal collo lungo), Giovanni Bellini (Allegoria Sacra), Federico Barocci (Madonna del Popolo), Rubens (Isabella Brant, Autoritratto, Battaglia d’Ivry, Ingresso di Enrico IV a Parigi), Rembrandt (Autoritratti), Mantegna.

Tra le statue antiche la famosissima statua greca della Venere dei Medici del I secolo a.C., presa e portata in Francia da Napoleone, fu restituita a Firenze nel 1815.

Venere d'Urbino, Tiziano, Galleria degli Uffizi, Firenze

Venere d’Urbino, Tiziano, Galleria degli Uffizi, Firenze

  • Tipologia oggetti: sculture; dipinti.
  • Opere di rilievo: Opere di scuola fiorentina: dipinti di Cimabue, Giotto, Masaccio, Paolo Uccello, Filippo Lippi, Botticelli, Leonardo da Vinci, Michelangelo, Pontormo, Rosso Fiorentino. Opere di scuola italiana: dipinti di Duccio di Boninsegna, Simone Martini, Pietro e Ambrogio Lorenzetti, Gentile da Fabriano, Piero della Francesca, Mantegna, Giovanni Bellini, Giorgione, Raffaello, Tiziano, Tintoretto, Veronese, Caravaggio. Opere di scuola europea: dipinti di Rogier Van der Weyden, Hugo Van der Goes, Albrecht Durer, El Greco, Rubens, Rembrandt, Claude Lorrain, Goya.
  • Indirizzo: Loggiato degli Uffizi 6 Firenze. Telefono: 055 294883
  • Orario: da martedì a domenica ore 8.15-18.50; da luglio a settembre fino alle 22,00. Chiuso: il lunedì, capodanno,1° maggio, Natale.
  • Prezzo: 6,50 €; in caso di mostre 8,50 €. Biglietto ridotto 3,25 €. Gratuito per le scuole (prenotazione obbligatoria tel 055-290112), assistenza didattica 3,00 € a studente.
  • Accesso handicap: SI
  • Superficie espositiva: 7.000 mq
  • Sale di esposizione: 45 sale

banner
Close
GDPR
Le leggi dell'UE richiedono che chiediamo il tuo consenso all'uso dei cookies. Utilizziamo i cookie per garantire che il nostro sito funzioni correttamente. Alcuni nostri partner pubblicitari raccolgono anche dati e utilizzano i cookie per pubblicare annunci personalizzati.




Sottoscrivete il nostro canale YOUTUBE: