Home / Borghi / Monte San Savino: architetture tardo-rinascimentali
Monte San Savino, Arezzo. Autore e Copyright Marco Ramerini
Monte San Savino, Arezzo. Autore e Copyright Marco Ramerini

Monte San Savino: architetture tardo-rinascimentali

Monte San Savino (circa 9.000 abitanti), è un interessante cittadina della Val di Chiana in provincia d’Arezzo, posta su di un poggio a circa 330 metri d’altezza, il centro storico presenta edifici medievali e tardo rinascimentali. Il paese è il luogo natale di Andrea Contucci detto il Sansovino famoso architetto e scultore del Rinascimento.

La zona dove sorge oggi Monte San Savino fu popolata fin dall’epoca etrusca e continuò ad esserlo durante il periodo dell’Impero Romano. Le prime testimonianze sull’abitato di Monte San Savino risalgono invece al XIII secolo quando era un castello degli Ubertini, durante questo periodo fu aspramente conteso tra Arezzo e Firenze, nel 1385 Firenze prevalse e da allora Monte San Savino rimase sotto il potere dei fiorentini.

Il paese, che fu sede di vicariato,  ebbe notevole sviluppo tra il XV e il XVII secolo, quando vi furono costruiti interessanti palazzi, fu eretta a sede di vicariato e vi si stabilì un importante comunità ebraica che vi rimase fino al 1799. Tra il XVI e il XVII secolo, Monte San Savino fu sede di una fiorente comunità ebraica che fin dal XVI secolo aveva nel paese una propria sinagoga.

Loggia dei Mercanti, Monte San Savino, Arezzo. Autore e Copyright Marco Ramerini

Loggia dei Mercanti, Monte San Savino, Arezzo. Autore e Copyright Marco Ramerini

Monte San Savino conserva ancora oggi buona parte delle sue mura con con torri circolari su di essi si aprono le due porte Romana e Fiorentina. Il centro storico di Monte San Savino è attraversato da Corso Sangallo lungo il quale si trovano alcuni dei più importanti edifici del borgo storico tra cui la Loggia dei Mercanti edificata nei primi decenni del XVI secolo e attribuita a Antonio da Sangallo il Vecchio o ad Andrea Sansovino. Davanti alla Loggia si trova l’austero Palazzo Comunale, opera del Sangallo, con, sul retro,  un giardino pensile rinascimentale. Nelle vicinanze si trova la chiesa della Misericordia e la Torre del Palazzo Pretorio.

La chiesa parrocchiale dedicata a Sant’Agostino fu fondata nel XIV secolo ma fu rimaneggiata nei secoli successivi, sulla facciata si trovano un rosone e un portale gotico. All’interno della chiesa sono degli affreschi dell’inizio del XV secolo opera in parte di Spinello Aretino. Accanto alla chiesa parrocchiale si trova il Battistero di San Giovanni il cui portale è opera del Sansovino.

Monte San Savino, Arezzo. Autore e Copyright Marco Ramerini.

Monte San Savino, Arezzo. Autore e Copyright Marco Ramerini.

Nella piazza Gamurrini si trovano altri edifici interessanti come la Rocca del Cassero della fine del XIV secolo, sede del Museo Comunale del Cassero, con dipinti, sculture e un interessante collezione di ceramiche e maioliche, o come il Palazzo della Cancelleria, sede della Biblioteca Comunale. La vicina chiesa di Santa Chiara racchiude un notevole numero di statue rinascimentali.

A circa 2 km di distanza da Monte San Savino si trova la chiesa di Santa Maria delle Vertighe – che risale all’XI secolo – e l’annesso convento francescano.

Il borgo castellano di Gargonza si trova a meno di 10 km dal paese, immerso nella quiete della campagna della Val di Chiana.

Monte San Savino

Monte San Savino

INFORMAZIONI UTILI

Mercato settimanale Monte San Savino: mercoledì mattina
Centro storico

Ufficio Informazioni Turistiche – Monte San Savino
Corso Sangallo 38
52048 Monte San Savino (AR)
Tel. 0575/849418 fax 0575/843076

BIBLIOGRAFIA

  • AA. VV. “Toscana” Guide Rosse Touring Club Italiano, 2007
  • Tenucci Giovanni “Val di Chiana. Castiglion Fiorentino, Civitella in Val di Chiana, Cortona, Foiano della Chiana, Lucignano, Marciano della Chiana, Monte San Savino” Aska Edizioni, 2003
banner