Home / Borghi / Montecatini Alto: un caratteristico borgo che domina la Valdinievole
Montecatini Alto. Autore e Copyright Marco Ramerini
Montecatini Alto. Autore e Copyright Marco Ramerini

Montecatini Alto: un caratteristico borgo che domina la Valdinievole

Montecatini Alto si trova una collina, a 290 metri di altitudine, che domina con un panorama straordinario tutta la piana della Valdinievole e il centro abitato di Montecatini Terme, dal quale può essere raggiunta con l’auto in dieci minuti; a piedi, seguendo un sentiero collinare detto “La corta” oppure tramite un’antica Funicolare.

La Funicolare, costruita nel 1898 è la più vecchia del mondo ancora in funzione e permette di raggiungere, attraverso una salita mozzafiato, il paese di Montecatini Alto. Il tracciato ha una lunghezza di 1.050 metri e supera un dislivello di 202 metri che nel tratto finale, più ripido, arriva ad una pendenza del 38,50%. Il percorso fra le stazioni di Montecatini Terme e di Montecatini Alto viene effettuato in circa 10 minuti.

Montecatini Alto è il vecchio centro storico di Montecatini, sede dell’antico castello, che nel XIV secolo era cinto da oltre un chilometro di mura, con 7 porte e 25 torri. Grazie alla sua posizione altamente strategica, dominante la Val di Nievole, il borgo di Montecatini Alto fu al centro di aspre battaglie fra Firenze e Lucca per il controllo della zona. Nel 1554, per ordine di Cosimo dei Medici, il castello di Montecatini Alto fu distrutto. Gia in questo periodo, a valle, furono sviluppate le terme e gran parte dell’attività si trasferi con il passare dei secoli nella nuova Montacatini Terme, ma il borgo di Montecatini Alto rimase sede del comune fino al 1905.

Piazzetta, Montecatini Alto. Autore e Copyright Marco Ramerini

Piazzetta, Montecatini Alto. Autore e Copyright Marco Ramerini

Oggi il caratteristico borgo si estende ad arco fra due colli, su uno si trovano la Rocca di Castello Vecchio o di Tramontana, la Chiesa di San Pietro e la Torre campanaria; sull’altro sono la Torre del Castel Nuovo o dell’Orologio e la Chiesa del Carmine. Caratteristica è la piazzetta principale dove si affacciano il Palazzo del Podestà, il Palazzo di Giustizia (di epoca medievale, ma ristrutturato nel XVI secolo), il Teatro dei Risorti in stile Liberty e la Cappellina di Piazza (1403), la zona attorno alla piazzetta è ricca di botteghe artigiane, caffé e ristoranti caratteristici. Nel paese sono presenti anche 7 abitazioni-torri medievali risalenti alla seconda metà del sec. XII. Le due chiese principali del paese, sono situate sulle due colline che formano Montecatini Alto, la Chiesa di San Pietro sede della Propositura è la più importante, costruita tra l’XI e il XII secolo è stata modificata nella seconda metà del XVIII secolo. La Chiesa del Carmine fu originariamente costruita nei pressi della fortezza di Castelnuovo alla fine del XIII secolo, oggi ha un aspetto tardo-barocco in seguito alla ristrutturazione del 1764, al suo interno è possibile vedere nel dipinto del Martirio di San Sebastiano la rappresentazione di com’era l’antico castello di Montecatini Alto nel XVIII secolo.

La Torre Campanaria, Montecatini Alto. Autore e Copyright Marco Ramerini

La Torre Campanaria, Montecatini Alto. Autore e Copyright Marco Ramerini

I resti di due fortificazioni appartenenti all’antico sistema difensivo del castello si trovano sulla sommità delle due colline di Montecatini. La fortificazione più ad ovest è la “Rocca del Castello Vecchio” o di “Tramontana” che oggi viene chiamata semplicemente la Rocca, essa si trova nelle vicinaze della chiesa di San Pietro. Oggi restano visibili i muri a scarpata del recinto pentagonale sul cui il vertice si trova la torre del cassero. Della seconda fortezza, la “Rocca del Carmine” o di “Castelnuovo”, resta oggi visibile soltanto l’imponente torre che dalla fine del settecento ospita un orologio tuttora funzionante. La cinta muraria di Montecatini Alto, fu in gran parte distrutta nel 1554 dall’esercito fiorentino, l’unica traccia ancora visibile é la Porta di Borgo, nei pressi di questa porta, la sola oggi rimasta delle 7 porte che un tempo si aprivano sulle mura, si trova la Chiesa e il Monastero delle Benedettine di S. Maria a Ripa (sec. XV-XVI). La chiesa del XII secolo è in stile romanico, l’interno a una navata presenta un altare in pietra, resti di affreschi sulla volta del presbiterio, una bussola con organo e il Coro della fine del Seicento.

BIBLIOGRAFIA

  • AA. VV. “Toscana” Guide Rosse Touring Club Italiano, 2007
  • Pinochi, Roberto “I bagni di Montecatini nell’Ottocento. Le terme e la comunità dalla restaurazione lorenese a Firenze capitale (1815-1865)” 2010, Pacini Fazzi
  • Zangheri Luigi; Cardini Franco; Lambertini Anna “Montecatini città d’acque” 2008, EDIFIR
banner