Home / Paesaggi / Val di Chiana: il granaio dell’Etruria
La Val di Chiana, vista da Cortona, e sullo sfondo il Lago Trasimeno. Autore e Copyright Marco Ramerini
La Val di Chiana, vista da Cortona, e sullo sfondo il Lago Trasimeno. Autore e Copyright Marco Ramerini

Val di Chiana: il granaio dell’Etruria

La Val di Chiana è una grande area pianeggiante, attraversata dal fiume Chiana, che si trova a sud-ovest della città di Arezzo. Il fiume Chiana, antico affluente del Tevere, fu deviato dai romani in modo che le sue acque affluissero nell’Arno, riducendo cosi i rischi di piena del Tevere a Roma.

La Val di Chiana era considerata in epoca antica il granaio dell’Etruria, grazie alla fertilità del suolo e alla ricchezza delle sue coltivazioni. La valle era anche attraversata da due importanti arterie romane, la Via Cassia (vetus) e la Via Clodia, gli insediamenti principali in epoca etrusca e romana erano Cortona e Chiusi.

Durante il medioevo il territorio della Val di Chiana subì un graduale abbandono dei fondovalle, causato dall’impaludamento di gran parte della zona, si sviluppano allora i centri collinari di Montepulciano, Castiglion Fiorentino, Monte San Savino, Lucignano, Civitella Val di Chiana ecc. A partire dal XVII-XVIII secolo la zona venne bonificata e le attività agricole conobbero un nuovo periodo florido.

Il Loggiato del Palazzo Vescovile nella Piazza del Duomo, Chiusi, Siena. Autore e Copyright Marco Ramerini

Il Loggiato del Palazzo Vescovile nella Piazza del Duomo, Chiusi, Siena. Autore e Copyright Marco Ramerini

Oggi la zona è divisa tra le provincie di Arezzo e Siena, ne fanno parte i comuni di Castiglion Fiorentino, Civitella in Val di Chiana, Cortona, Foiano della Chiana, Lucignano, Marciano della Chiana, Monte San Savino in provincia di Arezzo, e di Cetona, Chianciano Terme, Chiusi, Montepulciano, San Casciano dei Bagni, Sarteano, Sinalunga, Torrita di Siena, e Trequanda in provincia di Siena.

Parte della Val di Chiana si estende anche in Umbria, infatti vi sono compresi anche i comuni umbri della provincia di Perugia di Castiglione del Lago, Paciano, Città della Pieve, Tuoro sul Trasimeno (in parte), Panicale (in parte) e quelli della provincia di Terni di Monteleone d’Orvieto e di Fabro.

Val di Chiana

Val di Chiana

La Val di Chiana si estende su circa 2.300 km², all’estremità meridionale della valle si trova il monte Cetona (1.148 metri), che è la montagna più alta della zona. I richiami turistici in Val di Chiana sono molteplici, vi si trovano città di grande importanza turistica come Arezzo, Cortona, Chiusi, Castiglion Fiorentino e Montepulciano, l’importante centro termale di Chianciano Terme, ma anche centri minori molto belli come Lucignano, Monte San Savino, Civitella in Val di Chiana, Cetona, Sarteano, e in Umbria, Città della Pieve, Monteleone d’Orvieto e Castiglione del Lago.

BIBLIOGRAFIA

  • AA. VV. “Toscana” Guide Rosse Touring Club Italiano, 2007
  • cur. Fornasari L.; Refice P. “Rinascimento in terra d’Arezzo. Da Beato Angelico e Piero della Francesca a Bartolomeo della Gatta e Luca Signorelli in Val di Chiana” Polistampa, 2012
  • cur. Massai C. “Arezzo e la sua provincia. Cortona, Castiglion Fiorentino, Val di Chiana… viste nel viaggio pittorico della Toscana dell’abate Francesco Fontani nel 1834” F & C. Edizioni, 2013
  • Rombai Leonardo; Stopani Renato “Val di Chiana Toscana. Territorio, storia e viaggi” Polistampa, 2011
banner